Quando si arriva troppo presto: la storia di General Magic

Approfondiamo la storia di General Magic, la startup che a metà degli anni 90 presentò un prodotto paragonabile ai nostri smartphone, ma che fallì alcuni anni dopo

Andrea Pastore 27/12/2019 0

Come rispondereste alla domanda "chi ha inventato il primo smartphone?". Sbagliato, non è Apple, lo smartphone è stato inventato molto tempo prima, addirittura nel 1993, dieci anni prima dell'iphone. Ad inventarlo fu un'azienda americana, la General Magic, ed è incredibile notare quante similitudini che ci sono con i moderni smartphone: schermo touch screen, applicazioni, icone e possibilità di connettersi ad internet. Le due più grandi differenze che saltano all'occhio confrontando questo prodotto con i gli smartphone di oggi sono lo schermo in bianco e nero e la presenza di uno store online, che non poteva essere pensato con la connessione internet dell'epoca. Tra le tante previsioni indovinate c'è quella del CEO di General Magic, Marc Porat, il quale affermò che "questo tipo di prodotti offrono la stessa soddisfazione di un gioiello". In breve tempo l'azienda raccolse diversi milioni di dollari da investitori del calibro di Sony, Samsung, Motorola e altri colossi.

Un'idea troppo in anticipo

Vi starete chiedendo: come mai non ha funzionato? La ragione è che il prodotto era troppo rivoluzionario per la sua epoca, e né l'utenza né la tecnologia erano maturi. Il prezzo di mercato intorno ai 1000 dollari, oggi normale per un prodotto tecnologico, all'epoca non lo era. Inoltre la tecnologia dell'epoca non era in grado di fornire una miniaturizzazione accettabile (Il pocket crystal era grande quanto una piccola televisione), per non parlare della potenza di calcolo e della durata delle batterie. A questi fattori si è aggiunto un errore strategico: nei primi anni 90 internet era agli albori, e non era cosi naturale come oggi. Per questo motivo alla General Magic decisero di creare un loro network separato dalla rete internet, con costi di sviluppo e soprattutto con la limitazione di un network privato. Tutti questi elementi fecero si che vennero vendute pochissimi dispositivi e la General Magic dopo alcuni anni andò in bancarotta.

Potrebbero interessarti anche...

Andrea Pastore 02/12/2014

Stackoverflow: l'importanza di arrivare primi

Stackoverflow è un sito che consente di inserire domande su argomenti di programmazione. È il punto di riferimento di tantissimi sviluppatori in tutto il mondo, riceve oltre 500.000 visite al mese e contiene un enorme quantitativo di domande.
La storia di questa startup, che oggi da lavoro a circa 200 persone (alcune delle quali sparse in ogni parte del mondo), è iniziata nel 2008, quando il suo fondatore si è accorto che non c'era un punto di riferimento per i programmatori, che fino a quel momento dovevano cercare le informazioni

Leggi tutto

Andrea Pastore 10/10/2016

Dal noleggio dei dvd alle serie tv in streaming: la storia di Netflix

Avete mai sentito o letto “Netflix and chill”? Da semplice espressione per dire che si restava a casa a rilassarsi e guardare una serie tv sulla nota piattaforma, oggi, negli Stati Uniti, ha completamente sostituito la più nota frase da fine appuntamento “Do you want to come up for some coffee?” (Ti va di salire per prendere un caffè?) legittimando Netflix ad assumere il ruolo di  vero e proprio fenomeno di costume.

Leggi tutto

Andrea Pastore 22/04/2017

Innovazione e crescita record: la storia di Flixbus

Uno dei quesiti che si pongono più spesso gli operatori del marketing e gli investitori davanti ad un progetto o una business idea che si accingono ad esaminare è: sarà pronta per il mercato attuale? L’offerta risponderà ad una reale esigenza della domanda? Come reagirà l’ambiente a questa novità?

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...