WashOut, la startup che ti porta l'autolavaggio a casa

Questa startup milanese ha ideato un'app che consente di prenotare il lavaggio della propria auto a domicilio

Andrea Pastore 22/01/2020 0

Lavare l'automobile è, da sempre, croce e delizia di tutti gli amanti delle 4 ruote. Delizia perchè è un vanto disporre di un veicolo sempre lucido e fiammante, croce perchè è un'operazione che richiede pazienza, spazio, tempo e olio di gomito. Durante e dopo. Certo, ci si può rivolgere al classico autolavaggio, cui affidare l'auto. E se fosse l'autolavaggio a venire da noi?

La soluzione si chiama Wash Out. E' un servizio di lavaggio a domicilio, valido anche per le moto, che permette soprattutto di risparmiare tempo. E' un incaricato Wash Out, infatti, che si dirige verso il luogo in cui è posteggiato il veicolo e si occupa del lavaggio.

Ovviamente, poichè le zone di parcheggio sono, il più delle volte, su pubblica via, il lavaggio viene effettuato con prodotti ecologici, che non producono scarti e residui e promettono qualità e "longevità" a livello di pulizia rispetto ai metodi classici. E, inoltre, consentono di economizzare anche in termini di "spreco" d'acqua.

La prenotazione viene fatta via app o via sito, indicando il veicolo (colore, modello e targa), la sua posizione (la strada in cui è parcheggiato), la data e l'ora del lavaggio (in base alla disponibilità dei washer) e il tipo di lavagggio (solo esterno o anche interno). Il costo varia in base alla dimensione del tuo veicolo e al tipo di lavaggio scelto. Wash Out ha sede a Milano e attualmente opera, oltre che nel capoluogo lombardo, a Torino, Firenze e Roma.

Potrebbero interessarti anche...

Andrea Pastore 03/09/2018

GT Revenue, la startup che aiuta ad aumentare le entrate delle strutture ricettive

Oggi torniamo ad occuparci di turismo, ma da un punto di vista diverso: quello della massimizzazione del profitto. La concorrenza aumenta e, con tanta offerta, diventa sempre più difficile per le strutture turistiche barcamenarsi tra le nuove opportunità della rete (esempio i servizi online come Booking, Airbnb e altri) e decidere quali sono i prezzi migliori da proporre in un determinato momento, tanto che per fare questo sono nate nuove figure professionali che si occupano di massimizzare il profitto, i revenue manager. GT Revenue, la startup di cui parliamo oggi ha creato un software per aiutare queste figure professionali a trarre il massimo profitto possibile. Abbiamo intervistato Fabio Badolato, CEO di questa startup.

Leggi tutto

Andrea Pastore 28/12/2015

Tinkidoo, un nuovo metodo educativo per i bambini

L'avvento delle nuove tecnologie - dispositivi touch in primis - negli ultimi anni, ha rivoluzionato il mondo della didattica. Smartphone, tablet e compagnia hanno reso obsoleti lavagna e gesso, e la scuola ha dovuto adeguarsi con strumenti più al passo con i tempi come le lavagne elettroniche.
Ma la tecnologia offre tante possibilità di imparare in modo nuovo, ne sono un esempio prodotti come

Leggi tutto

Andrea Pastore 13/10/2014

Apio: la startup che permette di comandare gli elettrodomestici dallo smartphone

Tra i settori più promettenti per il futuro c'è quello della domotica, spinto anche da piattaforme hardware libere come Arduino che hanno reso più facile la realizzazione di molti prodotti, anche da semplici appassionati.

Su internet si trovano tanti progetti di dispositivi che automatizzano una determinata funzione, ma come fare per far comunicare due dispositivi? Magari per fare in modo che quando un dispositivo rileva una determinata condizione se ne accenda un altro?
Dei ragazzi marchigiani hanno creato un prodotto per soddisfare questa esigenza:

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...